Festival di Anna

Rogaška SlatinaBenessere, rilassamento e salute dalla fonte

Park rož
 

Breve excursus storico


Gli scavi e la strada romana, che passando vicino a Lemberg e Rogatec, conduceva da Celeie a Petovium dimostrano che l'area di Rogaška Slatina era conosciuta già dai Celti e dai Romani. Nelle dirette vicinanze della sorgente Tempel è stato rinvenuto un ago di bronzo a sei teste, nel rigagnolo presso Kostrivnica, invece, delle monete celtiche.




I poteri benefici dell’acqua, ancora prima delle prime testimonianze scritte del 1572, erano conosciuti dagli abitanti locali, come anche dai pellegrini che hanno diffuso la notizia del magico potere benefico dell’acqua in tutta la regione della Stiria ed oltre. Oggi si è fatta strada la convinzione che le sorgenti siano state scoperte dal bano croato Peter Zrinjski, uno dei feudatari più potenti dell'epoca in Europa, che nel 1665 andando a caccia nelle vicinanze di Rogaška, visto che aveva difficoltà con il fegato, fu consigliato dai contadini locali di bere l'acqua della sorgente che si trovava in mezzo al bosco vicino alla chiesa parrocchiale di S. Croce. Zrinjski allora guarì  miracolosamente e contribuì ad alimentare la fama della così detta acqua minerale di Santa Croce. Nel 1803 la dieta regionale stiriana di cui era a capo il conte Attems acquisì i terreni attorno alle sorgenti dagli allora proprietari e per tale motivo si ritiene questo l'anno della fondazione delle terme, che da allora ebbero il primo direttore dello stabilimento e il primo medico. In quell’anno potevano trovare accoglienza nelle terme al massimo 20 - 25 ospiti. Lentamente si è sviluppata anche la vendita dell’acqua, che poteva essere acquistata in tutte le regioni austriache, come pure in Ungheria, Croazia, Italia, Grecia ed addirittura in Egitto. Nell'epoca d'oro, che seguì, vi fecero visita numerosi membri di famiglie regnanti, tra cui le più note sono gli Asburgo, Bonaparte, Borboni,
Obrenović e Karageorgevic, appartenenti all'alta nobiltà come ad esempio i Windischgraetz e Liechtenstein  e molti altri ospiti importanti: dal vescovo Strossmayer al grande viaggiatore inglese Richard Burton. Il selezionato pubblico che si sottoponeva a cure, aveva una ricca vita sociale, alla quale partecipavano molti artisti di spicco: tra di essi ad esempio il pianista ungherese Franz Liszt.

All’inizio del XX secolo sotto la guida del geologo e  ispettore delle sorgenti di Karlsbad (Karlovi Vari), dr. J. Knetta, fu trovata l'acqua più mineralizzata, cui diedero in seguito nome di Donat.  Tale salubre acqua minerale, grazie al  contenuto di magnesio, è unica nel suo genere per i poteri curativi e di prevenzione delle malattie metaboliche e del diabete.



Il concetto architettonico di rara bellezza del complesso termale di Rogaška Slatina, elaborato già nella prima metà del XIX secolo, rappresenta un'asse classica molto ampia, lungo la quale si sviluppano palazzi ed il Tempel. Nel parco, nel 1828 fu eretto  un monumento al fondatore delle terme,  il governatore stiriano regionale conte  Attems, che è oggi ritenuto il più importante esempio di arte figurativa classica in Slovenia. Nel 1952 proprio qui si eseguirono i primi carotaggi in Slovenia, e l’acqua minerale che oggi chiamata Donat Mg, ha fatto sì che Rogaška Slatina conservasse il titolo di terme più famose della Slovenia, conosciute in tutto il mondo.

La leggenda sulla leggenda dell’acqua – e su Pegaso

La leggenda sulla scoperta della sorgente di Rogaška è scritta e rappresentata nell'incisione su rame di edizione tedesca Roitschocrene del 1687. L'immagine nel libro rappresenta il dio Apollo che ordina a Pegaso di colpire con lo zoccolo vicino a Rogatec e alla chiesa di Santa Croce per aprire così Roitschocrene, la sorgente di Rogatec. La storia assomiglia alla leggenda della mitologia greca, nella quale Pegaso sferrando un colpo con lo zoccolo ha scoperto la sorgente di Hippocrene. Nella leggenda di Rogaška, invece, Appollo dice: »Qui, dove ti trovi c'è la fonte della salute ed una vera forza divina. Invece di Hippocrene  bevi Roitschocrene la fonte di Rogaška, che si trova di fronte a te.«

In tal modo Pegaso divenne il creatore simbolico dell'acqua minerale di Rogaška e del comune di Rogaška Slatina, rappresentato anche nello stemma comunale, nelle immediate vicinanze del centro termale nel 2008 è stata installata la piattaforma di Pegaso.

        


Cronologia


1676 Casa piu antica, successivamente Antica direzione, costruita dal castellano Courty
1732 Installazione della statua di San Nepomuk
1810 Primo bagno pubblico Badehaus, abbattuto nel 1903
1811 Primo edificio per l’imbottigliamento, abbattuto nel 1852
1813 Prima casa di cura
1819 Padiglione Tempel (ex zona dove si beveva l'acqua minerale, abbattuto nel 1908)
1828 Monumento ad Attems, nel luogo attuale, sotto l'Hotel Aleksander installato nel 1991
1838 Scoperta della sorgente Gozdni vrelec (sorgente Vrelec pod Janino) (presunto)
1843 hotel Styria con zona bagni Styria I
1844 Promenade coperta Vandelban, abbattuta nel 1981
1844 Seconde terme, distrutte nell'incendio del 1910
1848 terme Strossmayerjev dom
1851 terme Slatinski dom (Villa Moller)
1855 terme Zagrebški dom con zona per imbottigliamento, 1905 hotel, ristrutturazione hotel 1988
1861 Ghiacciaia (sopra le terme Tržaškim dom, oggi punto panoramico)
1862 Nuova chiesa di s. Croce
1877 Fontana dinanzi alle terme
1904 Idroterapia del periodo della Secessione, non piu in funzione Cappella neoromanica di Sant’ Anna, ristrutturata nel 1926 dall'architetto Plečnik
1905 Ljubljanski dom del periodo della Secessione, (Grazerheim)
1906 Hotel Soča del periodo della Secessione
1098 Hotel Trst del periodo della Secessione, (Beli Križ)
1910/1912   Terze terme /Ampliamento alle terze terme
1914 Železničarski dom - hotel Občinski dom (oggi sede del comune di Rogaška Slatina)
1917 Beograjski dom - Villa Golf
1925 Edicola metereologica
1938 Edicola metereologica
1954 Monumento alla Lotta per la liberazione - NOB nel parco centrale, architetto Vinko Glanz
1964 Nuovo edificio a 12 piani Terapija
1967 Nuovo edificio dove e possibile bere l'acqua minerale
1972 Nuova struttura per l’imbottigliamento
1974 hotel Donat
Centro sportivo e di ricreazione
1982 hotel Sava
1983 Monumento a Boris Kidrič davanti a Terapija
1990 Rogaška Slatina diventa citta
Sistemazione delle piste da sci sulla Janina con funivia

Vir: Vardjan, Franc: Rogaška Slatina Sprehod skozi čas (njene zgradbe in parki), 2004.